Dal decreto sostegni il contributo a fondo perduto per le partite IVA

Tra le principali misure e novità fiscali contenute nel Dl 22 marzo 2021, n. 41 (decreto sostegni), troviamo l’introduzione di un nuovo contributo a fondo perduto in favore di artigiani, imprenditori e professionisti, le proroghe della so Continua a leggere…

Residenti all’estero, per il superbonus 110% solo sconto in fattura o cessione del credito

L’art. 119 del decreto legge 34/020 (decreto rilancio), convertito dalla legge 77/2020, ha introdotto nuove disposizioni per la detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, spettante nella misura del

Continua a leggere…

Detraibile l’IVA sulle donazioni di beni per contrastare la pandemia

L’art. 66 del decreto cura Italia (Dl 18/2020), al comma 2, ha previsto agevolazioni ai fini dell’imposta sul reddito per le liberalità in denaro e in natura per le misure anti Covid-19 effettuate nel 2020 dai titolari di reddito d’impresa.

Continua a leggere…

Il decreto sostegni, altri 32 miliardi contro i danni del Covid

Al mare magnum delle iniziative adottate dal Governo (Conte prima, Draghi poi) per provare a contrastare i devastanti danni causati da un anno di pandemia – e relative chiusure – all’intero tessuto economico nazionale si

Continua a leggere…

Spese sanitarie non pagate con la carta di credito: IVA e detraibilità per l’onere aggiuntivo?

Il tema della risposta 268 del 25 agosto 2020 è il regime IVA applicabile all’onere monetario aggiuntivo fissato per il pagamento di prestazioni mediche con un mezzo diverso dalla carta di credito, come possono essere, ad esempio, il bancomat o i contanti: in particolare, l’Agenzia delle entrate ha precisato quando una prestazione viene considerata accessoria ai fini IVA.

Continua a leggere…

Cessazione dell’attività d’impresa e riportabilità delle perdite

Una ditta individuale in regime di contabilità semplificata fino al 2016, dal 2017 è tenuta ad adottare il criterio obbligatorio del regime di cassa disposto dalla legge di bilancio 2017 (n. 232/2016), la cui applicazione comporta, a fine esercizio, una significativa perdita dovuta all’imputazione integrale del costo delle rimanenze finali al 31 dicembre 2017.

Continua a leggere…