NEWS PRIMA PAGINA

News dall’Italia

La pressione fiscale al 40,5%. I dati Istat sui conti della Pubblica amministrazione relativi al secondo trimestre 2019 dicono che l’indebitamento netto delle Pa è sceso all’1,1% del Pil dall’1,3% del 2018 e che è aumentato il reddito per le famiglie

(+0,9% sul trimestre precedente) – che però preferiscono risparmiare piuttosto che spendere e incrementare i consumi – ma anche che la pressione fiscale è arrivata al 40,5%, +0,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La quota di profitto delle società non finanziarie, pari al 40,7%, è diminuita dello 0,2% rispetto al trimestre precedente.

Anche il bollo auto nel condono per le cartelle fino a 1.000 euro.  Nel condono fino a 1.000 euro previsto dalla pace fiscale per i debiti iscritti a ruolo tra il 2000 e il 2010 rientra anche il bollo auto non pagato in questo arco temporale. Lo ha sancito una sentenza della Commissione tributaria regionale delle Marche, secondo la quale la cartella di pagamento che notifica l’iscrizione a ruolo del bollo auto per un importo inferiore a 1.000 euro rientra nella previsione dell’art. 4 del Dl 119/2018. La Regione aveva impugnato la sentenza asserendo che la natura del tributo, in quanto proprio dell’ente, lo escludesse dalla sanatoria, mentre secondo i giudici tributari non contano la natura del credito e il soggetto creditore.

Fattura elettronica, fine della moratoria. Partono le sanzioni per ritardi e omissioni: lo scorso 30 settembre è scaduto il termine ultimo previsto per la moratoria delle sanzioni per la tardiva o l’omessa emissione della fattura elettronica, fissate dall’art. 6 del D.lgs. 472/1997 nella seguente misura: 90% – 180% nel caso di omessa imposta; 5% – 10% dei corrispettivi non documentati nel caso di operazioni non soggette, esenti o non imponibili; tra 250 e 2.000 euro se la violazione non ha inciso sul corretto versamento dell’IVA.

Rc auto, i prezzi più bassi dal 2012. Prosegue – con il gradimento degli automobilisti – la discesa dei prezzi delle assicurazioni auto, che secondo gli ultimi dati del Bollettino Ivass relativi al secondo trimestre 2019 registrano un calo su base annua dell’1,5% (-0,9% nel primo trimestre). Il premio medio pagato per la Rc auto su base nazionale è di 405 euro, la cifra più bassa da quando è iniziata la rilevazione statistica, nel 2012. La diminuzione è più incisiva al Sud e nelle Isole, visto che a Catanzaro, Vibo Valentia, Enna e Caltanissetta ci sono stati ribassi superiori dal 4,5 al 5,7%.

Entrate, consulenze online per i commercialisti. Nell’informativa 82/2019 del 20 settembre 2019 il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti (Cndcec) ha comunicato che sta realizzando un sistema di condivisione delle risposte dell’Agenzia delle entrate alle istanze di consulenza giuridica presentate dagli Ordini territoriali e dallo stesso Consiglio nazionale su temi fiscali di interesse per la professione. Sul portale c’è, infatti, una nuova sezione (“Consulenze giuridiche fiscali”), dedicata alle istanze di consulenza giuridica fiscale, che presto conterrà le risposte dell’Agenzia alle Direzioni centrali e regionali. La sezione è già attiva e contiene due diversi link per consultare le istanze nazionali e regionali. Il Consiglio invita i presidenti degli Ordini territoriali a inviare all’indirizzo consulenzagiuridicafiscale@commercialisti.it le istanze e le relative risposte delle Entrate da gennaio 2017 a oggi, oltre a quelle che saranno eventualmente presentate in futuro.

Un portale unionale per gestire Itv e AEO. Con un comunicato stampa dello scorso 20 settembre l’Agenzia delle Dogane informa che dal 1° ottobre 2019 è disponibile il nuovo sistema unionale messo a disposizione dai servizi tecnici della Commissione europea per la gestione delle Informazioni Tariffarie Vincolanti (Itv) e delle autorizzazioni Operatore Economico Autorizzato (Aeo). Dalla stessa data è introdotto il formulario elettronico per le domande e le decisioni degli operatori economici e viene fornita agli operatori commerciali un’interfaccia armonizzata a livello Ue per presentare la domanda di Itv e Aeo, per ricevere la relativa decisione online accedendo al Trader Portal il cui link è: https://customs.ec.europa.eu/gtp/. Sempre dal 1° ottobre, quindi, non si utilizzano più i modelli di istanza e di decisione cartacei per la presentazione delle istanze. Tutte le fasi dei procedimenti di rilascio delle Itv e dell’Aeo, quindi accettazione o diniego della domanda, richieste di informazioni, rilascio della decisione, revoca o annullamento, ecc. e le fasi di gestione di tali decisioni, si svolgono per mezzo del Trader Portal.

Desidero ricevere in abbonamento gratuito il vostro periodico FiscotoDay